» MENU

Dove sei: Informagiovani di Ferrara > Lavoro > Garanzia giovani

Lavoro

Garanzia giovani

formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/garanzia-giovani

Tirocini e bonus occupazionali rifinanziati dalla Regione investendo risorse del proprio programma operativo Fse 2014-2020

Garanzia Giovani in Emilia Romagna prosegue anche nei primi 6 mesi del 2016

Garanzia Giovani in Emilia-Romagna prosegue per ulteriori 6 mesi.
Finanziato con risorse dell’Unione europea per le annualità 2014-2015, il programma avrebbe dovuto concludersi il 31 dicembre 2015.

L’Emilia-Romagna, unica Regione che ha già impegnato i 74 milioni di euro a disposizione, ha scelto di investire risorse del proprio programma operativo Fse 2014-2020 per dare continuità all’iniziativa e cofinanziare, in particolare, le misure del tirocinio e del bonus occupazionale.

Ad oggi le ragazze e i ragazzi che si sono iscritti a Garanzia Giovani in Emilia-Romagna sono oltre 60mila.
Nei prossimi giorni sarà pubblicato un Report di attuazione relativo al periodo maggio 2014 – dicembre 2015.

http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/notizie/garanzia-giovani-prosegue-anche-nei-primi-6-mesi-del-2016

Garanzia Giovani è il programma dell’Unione europea che intende assicurare ai ragazzi e alle ragazze tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano opportunità per acquisire nuove competenze e per entrare nel mercato del lavoro.

Se sei quindi un giovane tra i 15 e i 29 anni, residente in Italia – cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante  – non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, la Garanzia Giovani è un’iniziativa concreta che può aiutarti a entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le tue attitudini e il tuo background formativo e professionale. 

Come accedere al programma

Chi vuole accedere al programma si deve iscrivere al portale regionale Lavoro per Te o al sito nazionale www.garanziagiovani.gov.it
Effettuata l’iscrizione, entro 60 giorni il giovane fa un colloquio con il proprio Centro per l’impiego e costruisce un percorso personalizzato.
Entro 4 mesi dalla firma del patto, inizia il proprio percorso.

Le opportunità per i giovani

Le opportunità che la Regione Emilia-Romagna mette a disposizione dei giovani che decidono di aderire al progetto sono:

Orientamento specialistico (15-29 anni)

Colloqui volti a favorire una conoscenza del mercato del lavoro e delle opportunità che offre,  individuare eventuali offerte di lavoro e costruire un progetto personalizzato e coerente. Reinserimento in un percorso formativo (15-18 anni)
Per i giovani privi di qualifica o diploma, percorsi, anche personalizzati, per rientrare nella scuola o nella formazione con l'obiettivo di conseguire un titolo di studio.ì

Tirocini (fino a 29 anni)

Promozione, tutoraggio e individuazione dei datori di lavoro per lo svolgimento di tirocini formativi extra-curriculari della durata massima di 6 mesi (12 mesi per giovani con disabilità o in condizioni di svantaggio). 

Mobilità professionale in Italia e in Europa (18-24 anni)

Servizi di informazione e orientamento (attraverso la rete europea dei servizi per l'impiego Eures) e sostegno  economico alla realizzazione di progetti di mobilità professionale all’interno del territorio nazionale o in Paesi UE

Apprendistato (18-29 anni)

Sostegno all’inserimento lavorativo attraverso due tipologie di contratto di apprendistato: l’apprendistato per la qualifica e quello di alta formazione e la ricerca. La Regione finanzia la formazione attraverso l’erogazione di assegni formativi all’apprendista e offre alle imprese che assumono apprendisti incentivi dai 3mila ai 6mila euro

Accompagnamento all’avvio di un'attività autonoma e imprenditoriale (18-29 anni)

Percorsi specialistici, mirati e personalizzati, per l’avvio di attività autonome e la costituzione di nuove imprese giovanili.

Si chiamerà SELFIEmployment e sarà operativo da metà gennaio 2016 con una dotazione finanziaria di partenza di 124 milioni.

È il Fondo Rotativo Nazionale promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - la cui gestione sarà affidata ad Invitalia- per gli iscritti a Garanzia Giovani che avvieranno iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità attraverso credito agevolato. I giovani potranno presentare domanda di finanziamento al Fondo per la concessione di prestiti, finalizzati all'avvio di nuove iniziative imprenditoriali, che avranno un importo variabile da un minimo di 5 mila ad un massimo di 50 mila Euro, verranno erogati a tasso di interesse zero senza garanzie personali e con un piano di ammortamento della durata massima di 7 anni. Il Fondo nasce nell'ambito della policy prevista dal Programma Garanzia Giovani.

In tale contesto, l'accesso al credito agevolato, fornito dal Fondo, costituisce l'importante complemento delle attività di supporto all'avvio di impresa e allo start-up, che sono state già avviate dalle regioni: al termine del percorso formativo e di accompagnamento, i giovani sono affiancati nella predisposizione del business plan per l'avvio di un'attività imprenditoriale.
L'accordo di finanziamento stipulato con Invitalia permette la costituzione del fondo per l'erogazione del credito, con una dotazione complessiva attualmente pari a 124 milioni di Euro, conferiti dal Ministero (50 milioni) e dalle Regioni Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia. Il Fondo è uno strumento finanziario rotativo e, grazie alle restituzioni dei prestiti concessi, sarà utilizzabile per l'intero periodo di Programmazione 2014-2020, con possibile estensione ad un target più ampio rispetto a quello dei soli NEET.

http://www.lavoro.gov.it/Priorita/Pages/20151118_SELFIEmploymnt.aspx

 

Servizio civile (18-29 anni)

Sostegno alla realizzazione di un’esperienza di servizio civile prioritariamente nell’ambito dell’assistenza, prevenzione, cura, riabilitazione, reinserimento sociale, della cooperazione allo sviluppo e della salvaguardia e fruizione del patrimonio artistico, monumentale ed ambientale.