» MENU

Dove sei: Informagiovani di Ferrara > Lavoro > Tirocini e stage

Lavoro

Tirocini e stage

 

MANUALE DEL TIROCINANTE - ON LINE LA GUIDA PRATICA pubblicata da Isfol

L’Isfol ha appena pubblicato (dicembre 2015) la seconda edizione del “Manuale del tirocinante. Guida pratica al tirocinio extracurriculare”. Si tratta di un testo indispensabile per i giovani che vogliono affrontare questo tipo di esperienza, spesso decisiva per il loro futuro professionale, in quanto primo passo nel mondo del lavoro. In particolare questo Manuale si occupa dei tirocini extracurriculari, vale a dire quelli destinati a inoccupati, disoccupati e a giovani che hanno concluso gli studi, per agevolare il delicato passaggio dalla scuola al lavoro.

Cos’è un tirocinio? Perché e quando farne uno? Come funziona? Come si attiva, come si può trovare, come ci si deve preparare per affrontarlo?

Oltre a cercare di rispondere a tutte queste domande, nel Manuale vengono dati anche consigli su come valorizzare questa esperienza, una volta fatta, per trovare un impiego.
La guida contiene inoltre testimonianze dirette di ex tirocinanti e di aziende che da anni utilizzano questo strumento (Banca Generali, Callipo, Pfizer, TotalErg, Vodafone) ed è corredata da dettagliate schede che illustrano le norme previste in ogni singola Regione: ▪ tipologie di tirocinio, destinatari e durata ▪ soggetti ospitanti ▪ soggetti promotori ▪ convenzione e progetto formativo ▪ diritti e doveri ▪ indennità (dal 2013 è prevista un’indennità da corrispondere al tirocinante che può variare, da Regione e Regione, dai 300 ai 600 euro) ▪ attestazione ▪ riferimenti legislativi.

Le copie cartacee possono essere richieste all’indirizzo euroguidance@isfol.it, oppure si possono scaricare dal sito dell'Isfol:
http://www.isfol.it/news/manuale-del-tirocinante 

TIROCINI IN EMILIA ROMAGNA

 

finalizzata ad agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra la formazione (scuola/università/formazione professionale) e lavoro, attraverso una formazione a diretto contatto con il mondo del lavoro. I destinatari sono le persone che hanno conseguito un titolo studio negli ultimi dodici mesi.
Durata massima: 6 mesi.
 

rivolti principalmente a disoccupati, persone in mobilità e inoccupati, ma attivabile anche in favore di lavoratori in cassa integrazione, sulla base di specifici accordi in attuazione delle politiche attive del lavoro per l’erogazione degli ammortizzatori sociali.
Durata massima: 12 mesi.
 

in favore di persone con disabilità (ai sensi dell’art. 1, comma 1, della legge n. 68/1999) persone svantaggiate (legge n. 381/91) nonché richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale o umanitaria e persone in percorsi di protezione sociale (art.18 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286).
Durata massima: 12 mesi.
La legge è entrata in vigore dal 16 settembre 2013.
 

Approfondimenti sul portale della Regione Emilia-Romagna:

- www.regione.emilia-romagna.it/notizie/2013/giugno/
- www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita

 

TIROCINI GARANZIA GIOVANI

 

A CHI DEVI RIVOLGERTI PER FARE UN TIROCINIO A FERRARA:

se sei uno studente universitario:

JOB CENTRE - Università di Ferrara

Ufficio Tirocini Post Laurea e Sportello AlmaLaurea dell’Università di Ferrara
Via Savonarola, 9 - 44121 Ferrara (FE) - Tel. 0532.293399
luca.palmonari@unife.it
www.unife.it/ateneo/jobcentre

ER-GO - Azienda per il Diritto allo Studio Universitario

Orientamento al Lavoro post-laurea
c/o JobCentre Via Savonarola, 9 - 44121 Ferrara 
e-mail:orientamento.ferrara@er-go.it
www.er-go.it
Orari di apertura: lunedì e giovedì dalle 9.00 alle 13.00, martedì dalle 14.30 alle 16.30

se non sei uno studente universitario:

CENTRO PER L'IMPIEGO DI FERRARA

via Fossato di Mortara, 78 - 44121 Ferrara
tel. 0532/299808-840; fax 0532/299822
e-mail: impiego-ferrara@provincia.fe.it
www.provincia.fe.it/lavoro

 

BOLLINO OK STAGE

«Bollino OK Stage» è un'iniziativa promossa dalla "Repubblica degli Stagisti" per rendere immediatamente riconoscibili quelle aziende che si impegnano a utilizzare lo strumento dello stage secondo una serie di criteri «virtuosi», riassunti nella Carta dei diritti dello stagista.
L’obiettivo è quello di riportare lo stage ad essere un’anticamera del lavoro, e di garantire che persone già formate (con laurea o addirittura master alle spalle) non debbano più sostenere di tasca propria i costi per il completamento della formazione. Come? Individuando alcuni punti fermi per definire un buono stage: per esempio un percorso formativo serio, un rimborso spese adeguato all’età e alla scolarità dello stagista, una buona percentuale di assunti dopo lo stage, un investimento sulla qualità degli stage piuttosto che sulla quantità. Trovando aziende che vogliano garantire questi punti fermi, assicurando stage con standard qualitativi più alti, e diventando così un esempio da seguire per le altre. E infine pubblicando annunci di queste aziende "virtuose", in modo da offrire ai giovani un contributo concreto al loro avvio professionale.
www.repubblicadeglistagisti.it/initiatives/okstage/
Vai alla lista delle Aziende aderenti, e leggi le informazioni sul trattamento degli stagisti e le eventuali offerte di stage:
www.repubblicadeglistagisti.it/initiative/okstage/bollino-ok-stage/lista-aziende/